Raccolte le firme per tutelare la Ribolla

Le firme sono state già consegnate ufficialmente alla Regione che, come stabilito dalle norme di legge, le girerà al Mipaaf, per l’espletamento dei successivi passi formali

ribolla

di Adriano Del Fabro

«Siamo molto soddisfatti del nuovo passo avanti che il comparto vitivinicolo regionale ha compiuto lungo la strada della tutela dell’esclusività della Ribolla gialla», dice Roberto Felluga, responsabile della Sezione economica vitivinicola di Confagricoltura Friuli Vg. «Dopo l’audizione pubblica di fine agosto, sono bastati una ventina di giorni per raccogliere quasi il doppio delle firme necessarie per modificare la “vecchia” Igt Delle Venezie a favore dell’esclusività della Ribolla gialla come vitigno di cui sarà consentita la coltivazione solo in Friuli Vg, a partire dalla vendemmia 2017 se tutto andrà bene. Ciò testimonia l’interesse degli agricoltori regionali verso questo vitigno storico la cui presenza sui nostri territori collinari è documentata fin dal 1200, l’attenzione nei confronti delle sue interessanti prospettive di mercato, ma anche la compattezza con la quale tutta la filiera si sta muovendo per mettere in sicurezza la Ribolla del Friuli Vg», conclude Felluga.

Le firme sono state già consegnate ufficialmente alla Regione che, come stabilito dalle norme di legge, le girerà al Mipaaf, per l’espletamento dei successivi passi formali.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top