Lidl arriva in Usa puntando sul vino

Già a giugno saranno inaugurati 20 dei 100 discount che la catena tedesca ha in progetto di aprire prossimamente. Secondo Kantar Retail, è uno degli avvenimenti più importanti degli ultimi anni per il settore retail americano

A metà del mese di giugno, Lidl aprirà tra i 15 e i 20 punti vendita negli Stati Uniti.  I nuovi discount saranno collocati tra Virginia, North Carolina e South Carolina (si veda qui).

Si tratta della prima fase di un progetto che porterà all’inaugurazione di cento nuovi negozi tra il  2017 e il 2018, come annunciato (lo ricorda The Drinks Business) dalla stessa Lidl in comunicato stampa dello scorso anno.

L’espansione a ovest della catena tedesca, avrà nel vino uno dei suoi punti di forza. La selezione dei vini per il mercato statunitense è stata curata da Adam Lapierre. Il Master of Wine californiano ha dichiarato di avere scelto i vini per Lidl Usa dopo averne presi in considerazione 10mila. A scaffale i consumatori americani troveranno quindi sia vini internazionali che made in Usa; ci saranno bottiglie californiane e altre prodotte nella Oregon Coast. A differenza di quanto avviene in Europa, Lidl US venderà inoltre anche birra refrigerata.

Il lancio di Lidl negli Stati Uniti, per cui è stato scelto lo slogan #rethinkgrocery, è per molti osservatori un evento da non sottovalutare. A questo proposito, ad esempio, l’analista di Kantar Retail Mike Paglia ha dichiarato al Washington Post che, visto il successo che Lidl ha avuto in altri mercati e le proiezioni effettuate dalla stessa Kantar, l’ingresso di Lidl nel mercato americano sarà uno dei più importanti eventi del settore retail statunitense degli ultimi due anni.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: Adam Lapierre, discount, gdo, Lidl, MW, off premise, rethinkgrocery, The Drinks Business e The Washington Post. Area Geografica: USA. Categorie News Corriere: Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top