Il fine wine prende il volo

Emirates Airlines investirà 500milioni di dollari nel programma vino in volo. Sessanta diverse varietà saranno scelte da un team interno all’azienda. La compagnia aerea ha già stoccato a Bordeaux più di un milione di bottiglie

L’Emirates Airlines investirà 500milioni di dollari in un programma finalizzato mettere a disposizione dei suoi viaggiatori, durante il volo, fine wine. La carta dei vini comprenderà sessanta diversi prodotti provenienti da undici paesi. Come dichiarato da Tim Clark, Presidente della compagnia aerea, il programma del vino in volo è stato affidato a un team di esperti interno, visto che rivolgersi a intermediari avrebbe comportato una minor flessibilità nelle scelte e nelle quantità da ordinare. Si preferisce in sostanza poter ordinare tanti vini diversi in lotti più piccoli, senza dover sottostare alle politiche di vendita dei distributori.

Ad oggi il 57% del vino servito sui voli di Emirates Airlines proviene da Bordeaux, l’azienda ha, tra l’altro, dichiarato che in una cantina di proprietà aziendale, situata proprio nella regione di Bordeaux, sono stoccate più di 1,2 milioni di bottiglie di vino. Il vino francese rimane dunque un punto fermo nell’offerta di Emirates, ma già oggi, leggendo le carte dei vini proposti in volo, consultabili sul sito della compagnia, si nota che le varietà offerte sono diverse, oltre che strutturate a seconda delle tratte: vino italiano si trova oggi ad esempio nelle tratte verso l’Europa e l’Africa.

 

FEB

 

Sezione: Dai Mercati. Tag: bordeaux, Emirates Airlines e Tim Clark. Area Geografica: Emirati Arabi. Categorie News Corriere: Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top