Bag-in-box, le vendite in Europa

Non sono solo gli scandinavi ad amare questo tipo di packaging. In altri Paesi, come la Francia e il Belgio, si stanno registrando tassi di crescita sorprendenti. Anche nel settore Horeca

bag in box

Avrà poco sex appeal, ma il bag-in-box sta conquistando sempre più mercati, anche quelli che siamo abituati a pensare come tradizionali, per esempio la Francia. Il vino racchiuso in sacche di alluminio ricoperte da cartone sta ottenendo infatti molti consensi, forse persino inaspettati, per molteplici fattori. Lo dimostra un’analisi condotta da FranceAgrimer, braccio statistico del ministero dell’Agricoltura francese, su dati delle vendite al dettaglio fino al 2014. Nei principali Paesi amanti del vino si evidenzia un sensibile incremento dei fatturati legati a questa tipologia di confezioni che, contenendo 3 o 5 litri di vino, piacciono non solo ai consumatori finali, per un motivo di risparmio economico, ma anche al settore horeca, visto il cambiamento nei consumi, soprattutto in un’Europa in crisi da sette anni, che porta sempre più a una richiesta di vini al calice, o in caraffa (specie in Francia), invece che nella bottiglia intera.

Tra i dati emersi dallo studio FranceAgrimer, il bag-in-box ha mostrato tassi di crescita sorprendenti in Paesi come la Francia, il Belgio e la Danimarca, arrivando a quote di mercato rispettivamente del 36%, 32% e 41% sul totale vendite di vini. Cifre assai interessanti, a scapito delle bottiglie in vetro, che negli stessi anni invece vedono decrescere la propria quota.
Un caso a sé è il Regno Unito, che resta prevalentemente orientato alle bottiglie da 0,75 litri (89,7%), mentre il vino sfuso in Bag in Box è relegato a un 8,3% delle vendite.
In controtendenza rispetto a questa crescita del box, e uscendo dall’Europa, è l’Australia, dove in passato il BIB aveva raggiunto il 70% del mercato, mentre oggi è al 33%, un’erosione avvenuta per lo più a vantaggio della classica bottiglia in vetro, che nel 2013 ha raggiunto il 66% di vendite.

Nell’articolo integrale, corredato di grafici  e tabelle, uscito sul numero 30 de Il Corriere Vinicolo, le quote di vendita retail (2014) di Regno Unito, Australia, Belgio, Germania, Francia e Danimarca, suddivise tra bottiglie di vetro da 0,75 litri, bag-in-box e altri contenitori.

Scarica la APP per iOS e Android e acquista il Corriere Vinicolo n. 30/2015 contenente la versione integrale di questo articolo

Abbonamenti e sottoscrizioni

Guarda la demo del Corriere Vinicolo

Pubblicazioni in visione libera

Contattaci

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top