Vino bio: il prezzo è ancora un freno

Secondo una ricerca di Ipsos Game Changers, tra francesi e gli svedesi è il costo maggiore il più grande ostacolo all’acquisto, mentre i consumatori di Germania e Regno Unito lamentano scarsa informazione su questi prodotti

biologico2_2.jpg

Allo scopo di misurare la percezione, il consumo e l’immagine del vino biologico in Francia, Sudvinbio, associazione interprofessionale francese di produttori di vino biologico, ha commissionato a Ipsos Game Changers (Francia) una ricerca che ha interessato i consumatori di Francia, Gran Bretagna, Germania e Svezia.

Ne è risultato in primo luogo che se il 35% di tutti gli intervistati a scopo statistico ha avuto esperienza di consumo di vino biologico. Sono gli svedesi quelli che dichiarano in maggior percentuale (51%) di averlo provato; l’8% di questi, inoltre, dichiara di farne un consumo regolare. Ha provato vino biologico anche il 34% dei francesi, il 32% dei tedeschi ma solamente il 21% dei consumatori UK.

In generale i consumatori di vino biologico dei quattro paesi oggetto d’indagine sono rappresentati da persone altamente istruite (il 43% dei laureati dichiara di averlo bevuto, contro il 24% dei meno istruiti) e da benestanti (il 42% dei più ricchi contro il 27% dei meno abbienti); sono poi in maggioranza i giovani e le donne.

Il rispetto per l’ambiente sembra essere il maggiore stimolo al consumo dei vini bio, così ha risposto il 60% degli intervistati da Ipsos. Tra le altre motivazioni seguono per valore percentuale la curiosità (37%), il fatto di promuovere un settore più equo (32%), il migliore gusto percepito di questi vini (28%), le ragioni salutistiche (25%), la migliore qualità percepita (21%), o semplicemente il fatto di esser soliti a scegliere principalmente prodotti biologici (17%).

Un’altra informazione particolarmente interessante che si evince da questa ricerca è quella legata al prezzo che sembra essere ancora il maggior ostacolo al consumo: lo è per il 34% dei francesi e per il 32,4% degli svedesi. Il dato è significativo, soprattutto perché la maggiorazione di costo media per il vino biologico, rispetto a quello non biologico, è di soli 1,50 euro in Francia e di 50 centesimi di euro in Svezia. Diversamente il 40% dei consumatori di Germania e Regno Unito crede che sia la scarsa informazione su questi prodotti a limitarne la diffusione.

 

FEB

 

Sezione: Dai Mercati. Tag: bio, biologico, ipsos, Ipsos Game Changers e Sudvinbio. Area Geografica: Francia, Germania, Regno Unito e Svezia. Categorie News Corriere: Consumi, Mercati e Sostenibilità.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top