Vini italiani in Cina, al via la seconda fase

Al centro un educational che, partendo da Vinitaly, si muoverà attraverso cantine di tutta la Penisola e coinvolgerà opinion leader e operatori tecnici e commerciali della Grande Muraglia

Un grande tour lungo tutta la Penisola, per scoprire “ da vicino” dove nasce e come è prodotto il vino italiano. Un educational che vedrà protagonisti una delegazione di opinion leader e operatori tecnici cinesi, nel mese di aprile, e successivamente una delegazione di distributori e buyer sempre provenienti dal Paese della Grande Muraglia.

Questa azione di incoming, formativa e informativa, rappresenta la fase 2 del progetto del progetto “Vini italiani in Cina”, finanziato e promosso dal Ministero dello Sviluppo economico, attraverso una convezione con Federvini e Unione Italiana Vini.

Obiettivo del progetto è infatti promuovere la conoscenza delle principali denominazioni enologiche italiane, facendo leva sul legame con il territorio, la storia e le tradizioni, anche con il coinvolgimento dei costruttori di macchinari per imballaggio e confezionamento di prodotti enogastronomici.

Dopo la visita a Vinitaly (7 – 10 aprile a Verona), la prima delegazione costituita da giornalisti ed enologi sarà accompagnata presso le cantine vinicole del nord, centro e sud Italia dallo staff di Enoteca Italiana, soggetto attuatore del progetto, e dai funzionari del Ministero responsabili dell’iniziativa. Oltre alle degustazioni in loco, vi saranno momenti formativi incentrati sul territorio, il turismo e la storia locale per dare risalto ai valori della nostra tradizione, che impegneranno sommelier cinesi formati in Italia ad illustrare le caratteristiche del vino e i suoi legami col territorio, proponendo forme di contaminazione tra il cibo cinese e il vino italiano, allo scopo di far uscire il consumo di vino dai confini dei ristoranti italiani delle principali città cinesi per portarlo anche sulle tavole.

In maggio, con le stesse modalità, saranno ospitati buyer e distributori di alto profilo, i quali saranno accompagnati in visita alle cantine, dove avranno la possibilità di avere incontri BtoB con produttori selezionati dell’area.

Con la visita delle delegazioni cinesi si entra nella fase centrale del progetto di promozione del vino italiano in Cina, un mercato dalle enormi possibilità, che mostra grande interesse verso le eccellenze italiane e le abitudini di consumo occidentale in generale, ma verso la quale occorre fare una capillare opera di informazione, comunicazione  e formazione, dato che il vino italiano, apprezzato dagli esperti, è ancora poco conosciuto al grande pubblico di consumatori.

Il progetto “Vini italiani in Cina” è stato lanciato a Pechino il 26 novembre scorso, con un wine party con operatori e giornalisti preceduto da una conferenza stampa presieduta dal ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, alla quale hanno partecipato anche l’Ambasciatore d’Italia in Cina Iannuzzi, il presidente dell’Agenzia ICE  Monti ed il presidente di Federvini Gancia.

Vini in Cina si concluderà nell’autunno del 2013, con una conferenza stampa, più workshop e incontri BtoB nell’Auditorium dell’ Italian Center di Shanghai.

Sezione: Italia. Tag: cina, educational, federvini, mercato cinese, ministero sviluppo economico, Promozione e uiv. Area Geografica: Cina e Italia. Categorie News Corriere: Eventi e appuntamenti e Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Top