Vigneti Friuli, ottenuti 3,75 milioni di euro in più per riconversione e ristruttutazione

Shaurli: "Siamo riusciti a ottenere ulteriori risorse equivalenti a 300 ettari di vigneti in più che permetteranno di coprire le domande di tutte le 308 aziende viticole della regione in graduatoria"

shaurli

di Adriano Del Fabro

«Aver ottenuto 3,75 milioni in euro in più di finanziamenti europei dell’Ocm vino, rispetto alla dotazione iniziale, per la Misura Rrv (Riconversione e ristrutturazione vigneti) è un risultato straordinario che permetterà di soddisfare tutte le domande di contributo presenti nella graduatoria finanziata con i fondi 2017». Con queste parole l’assessore regionale alle Risorse agricole, Cristiano Shaurli, ha reso noto che il settore viticolo del Friuli VG ha ottenuto, per il 2017, una dotazione complessiva di 12,73 milioni di finanziamenti Ue dell’Organizzazione mercato comune vino, partendo da una iniziale di 8,98.

«Dimostrando al Ministero di essere pronti a utilizzare in tempi brevissimi i finanziamenti non utilizzabili da altre Regioni nella misura Rrv – ha rilevato Shaurli – siamo riusciti a ottenere ulteriori risorse equivalenti a 300 ettari di vigneti in più che permetteranno di coprire le domande di tutte le 308 aziende viticole della regione in graduatoria. Decisiva, in un lavoro di squadra davvero brillante, si è rivelata – ha proseguito l’assessore – la strategia di investire nella Legge Regionale di Stabilità 80mila euro per abbattere i costi delle fideiussioni nel caso non si fosse riusciti a ottenere i fondi europei per la ristrutturazione. Un intervento che ha incoraggiato e stimolato le nostre aziende e di cui vediamo ora i benefici».

In totale verranno ristrutturati 817 ettari di vigneto, mentre si calcola che i finanziamenti europei rivolti alla Misura mobiliteranno, complessivamente, investimenti per 18,14 milioni di euro.

«Queste notizie – ha concluso Shaurli – fanno bene a un settore, quello primario, e viticolo nello specifico, in costante crescita e soprattutto con gambe sempre più solide grazie anche a una politica regionale ispirata a una strategia chiara sulle linee guida e, insieme, attenta a ogni singola azione capace di dare sostegno e attivare dinamiche virtuose».

 

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top