Vendemmia tedesca: buona la qualità, scarso il rendimento

Nemmeno 7,5 milioni di ettolitri nel 2017, il 19% in meno rispetto all’anno passato e alla media decennale. A condizionare l’annata è stato il gelo d’aprile

Il Deutsches Weininstitut (DWI) ha comunicato lo scorso 10 ottobre i dati preliminari sulla vendemmia 2017. Viste le ridotte quantità d’uva sui tralci, la vendemmia si è conclusa precocemente, in alcune aziende già prima della fine del mese di settembre. La qualità delle uve vendemmiate è stata generalmente definita dai viticoltori da buona a molto buona, diversamente dal rendimento, decisamente inferiore a quello del 2016 e della media storica.

Secondo le ultime previsioni disponibili, aggiornate al 27 settembre scorso, il volume totale di produzione 2017 non arriverebbe a 7,5 milioni di ettolitri; più precisamente secondo il DWI si tratterebbe di 7,461 milioni di ettolitri, circa il 18% in meno sia sul raccolto 2016 (9,069 milioni di ettolitri), sia sulla media degli ultimi 10 anni (9,049 milioni di ettolitri). Volume inferiore anche a quello previsto dalla Direzione generale agricoltura della Commissione europea, che per la Germania aveva previsto un volume, tra vini e mosti, in calo del 12% sulla stagione precedente, cioè 7,95 milioni di ettolitri (qui i dati preliminari della Commissione per gli altri paesi dell’UE28).

A condizionare l’annata sono state, come del resto per gran parte dell’Europa, le gelate d’aprile. In Germania gli effetti del maltempo primaverile sono tuttavia stati diversi per incidenza sia a livello regionale che tra vigneti vicini. Prima regione di produzione l’Assia Renana (previsti 2,05 milioni di ettolitri, -20% sul 2016 e sulla media storica). La produzione prevista per il Palatinato è di 1,8 milioni di ettolitri (-19% sia sul breve che sul lungo periodo); la sola altra regione di produzione tedesca che supera quest’anno il milione di ettolitri è quella di Baden (1,05 milioni di ettolitri; -19% vs 2016 e -15% vs media decennale). La soglia del milione di ettolitri non è stata raggiunta, infatti e diversamente dall’anno scorso, nell’adiacente regione di Württemberg (prevista una produzione di 850.000 ettolitri, -26% e -20%). Crescita di produzione prevista invece per la Franconia (+4% fino a 490.000 ettolitri), per la regione vinicola di Saale-Unstrut (+7% fino a 58.000 ettolitri), e per il Mittelrhein (+20% fino a 30.000 ettolitri).

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: Deutsches Weininstitu e DWI. Area Geografica: Germania. Categorie News Corriere: Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top