Usa, rosé in volata estiva

Secondo Nielsen, il mercato del rosato fermo è cresciuto del 53% in 52 settimane. Performance ben superiore a quella media di tutto il vino (+4%). L’incremento delle vendite che comincia nei mesi più caldi si ripercuote poi positivamente su tutto l’anno

Secondo dati Nielsen pubblicati in un comunicato del 21 giugno scorso, la categoria rosati è Usa tra le più dinamiche nel mercato statunitense del vino. Se, infatti, la crescita media annua delle vendite di table wine è stata del 4%, nelle 52 settimane terminate lo scorso 22 aprile, le vendite di rosato fermo sono crescite del 53% (e del +70% nelle sole ultime quattro settimane dell’anno preso in esame). Oggi i rosati rappresentano l’1,5% della categoria table wine.

Buone anche le performance dei rosati sparkling, le cui vendite valgono in un anno 139 milioni di dollari, +19% sulle 52 settimane precedenti, crescita doppia rispetto al +9% di tutti gli sparkling.

L’estate è certamente il periodo di maggior successo per questa tipologia di vino. Il 20% dei consumatori abituali di vino, e il 40% delle consumatrici abituali, ha durante i mesi caldi una maggior propensione ad acquistare vino rosato (vi citiamo questi ultimi dati Nielsen via BeverageDaily). L’incremento delle vendite estive si ripercuote tuttavia positivamente su tutto l’anno, contribuendo così alla crescita generale della categoria.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: nielsen, rosati e rosé. Area Geografica: USA. Categorie News Corriere: Consumi.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top