Usa, la top 20 dei marchi più venduti

Regina dell’off premise è Barefoot Cellars di E & J Gallo. Vendite totali di vino in aumento del 2% nell’anno chiuso a gennaio 2016, per un valore di 37,7 miliardi di dollari

brand

Nei 12 mesi al 31 gennaio 2016, le vendite totali di vino (fermo + spumante, tutti i segmenti di vendita) negli Stati Uniti hanno raggiunto il valore di 37,8 miliardi di dollari, facendo registrare una crescita del 2%. Questi dati sono stati diffusi da Wines&Vines nelle sue pagine di statistica, fonte per noi anche della classifica dei 20 più importanti marchi di vino fermo per vendite nell’off premise statunitense, che vi proponiamo di seguito.

Al primo posto troviamo Barefoot Cellars, di E & J Gallo Winery, che nelle 52 settimane alla fine di gennaio 2016 ha totalizzato vendite per 656 milioni di dollari, con una crescita sul periodo precedente del 7%. Stabili le vendite in valore dell’etichetta cha si classifica al secondo posto, Sutter Home di Trinchero Family Estates (357 milioni di dollari). Seguono, facendo crescita sui dodici mesi precedenti, sia Woodbridge di Constellation Brands (+6% e 329 milioni di dollari) e Franzia (Box) al quarto posto con 329 milioni di dollari e +1%.

Al quinto posto l’australiana Yellow Tail (Deutsch Family Wine & Spirits), che totalizza vendite per 285 milioni di dollari ma è la prima (oltre che l’unica delle prime 13) in perdita, facendo segnare -3% sulle 52 settimane precedenti.

Scendendo nella classifica, notevoli gli incrementi di Apothic (E & J Gallo Winery) con un +19% e 141 milioni di euro, di Black Box (Constellation Brands) +18% e  130 milioin di euro, e di 14 Hands (Ste. Michelle Wine Estate) +15% e 103 milioni di euro.

Incremento a doppia cifra anche per Menage à Trois (Trinchero Family Estates), Bogle Vineyards (Bogle Vineyards) e Clos du Bois (Constellation Brands).

In perdita, insieme alla già menzionata Yellow Tail, anche Carlo Rossi (E & J Gallo Winery), Robert Mondavi Private Selection (Constellation Brands) oltre alle due etichette di E & J Gallo: Livingston Cellars e Liberty Creek.

Fonte: IRI via Wine&Vines. Eleborazione Corriere Vinicolo

 

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top