USA: la birra artigianale è al suo limite naturale?

Dopo anni di crescita il consumo di craft beer si è stabilizzato, segno secondo The Economist della raggiunta maturità di questo mercato

Nel mercato americano delle bevande alcoliche, la birra artigianale è recentemente stata una delle maggiori protagoniste.

I produttori si sono moltiplicati (si veda qui) e le vendite, cresciute a doppia cifra per diversi anni, hanno cominciato a rallentare nel 2016 (ne avevamo parlato anche qui presentandovi i dati preliminari 2016 di IWSR).

Craft beer in America goes flat ha titolato The Economist qualche giorno fa nelle sue pagine di Business (si veda anche l’articolo riproposto on-line l’8 luglio scorso). La rivista inglese cita dati Nielsen secondo cui i consumi generali di birra nei tre mesi al 17 luglio sono calati dell’1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: quelli di craft beer più in particolare sono stati sostanzialmente immobili nelle 13 settimane alla stessa data: -0,7% in valore e -1,5% in volume. Ciò suggerisce che il settore sarebbe oggi, dopo anni spumeggianti, vicino al suo limite naturale, dunque alla sua maturità.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: birra, birra artigianale, craft beer, nielsen e the economist. Area Geografica: USA. Categorie News Corriere: Consumi.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top