Una bottiglia su tre ha il tappo a vite

Secondo Euromonitor nel mercato mondiale del vino fermo la chiusura in alluminio ha uno share del 29,6% e una popolarità in crescita. In Europa la quota è del 30%, e sfiora il 50% negli Stati Uniti

 Nove miliardi di bottiglie di vino fermo, dei trenta miliardi di quelle vendute nel mondo nel 2016, erano sigillate con un tappo a vite in alluminio.  Il dato, come quelli che vi proponiamo di seguito, è stato diffuso nel contesto della campagna di promozione Aluminium Closures – Turn 360° ed è di Euromonitor. Si tratta più precisamente di una ricerca di condotta per The Aluminium Closures Group, gruppo di aziende produttrici di tappi, nastri e fogli d’alluminio, socie della European Aluminium Foil Association (EAFA). Fanno parte di questo gruppo, che rappresenta il 75% della produzione mondiale di tappi in alluminio, aziende come Alcopack, Amcor, Astro, Closurelogic, FederfinTech, G3 Enterprises, Guala Closures, Herti and Mala, Aludium, Constellium, Impexmetal, Novelis, Laminazione Sottile, Slim Aluminium.

image001

Secondo Euromonitor dunque, nel 2016 il tappo in alluminio è stato utilizzato per la chiusura del 29,6% delle bottiglie di vino fermo messe in commercio a livello mondiale (growth rate 2012-2016 del 13,2%). Suddividendo i dati tra i due più importanti mercati del vino del mondo, Europa e Stati Uniti, si scopre che nel “vecchio mondo” il tappo a vite ha una quota del 30% (growth rate 2012-2016 del 30%) mentre negli per gli Stati Uniti lo share rilevato del 49,9%, per un growth rate 2012-2016 del 29,1% (e CAGR per i 5 anni del 6%).

FEB

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top