UK, rischio di una forte crescita dei prezzi del vino

L’allarme lanciato da The Guardian. Molto dipenderà da quanto i supermercati vorranno trasferire sui consumatori i maggior costi derivanti dalla scarsa produzione 2017

Tra gli esiti della scarsa vendemmia 2017 potrebbe esserci una forte crescita dei prezzi del vino al dettaglio nel Regno Unito. A lanciare l’allarme il quotidiano The Guardian (ne ha parlato poi anche The Drinks Business), che in un articolo, pubblicato sulle sue pagine web nei giorni scorsi, mette in guardia su di una possibile crescita dei prezzi fino al 30% per i vini oggi popolari tra i consumatori del Regno Unito, quindi Prosecco, Pinot Grigio e i rossi spagnoli entry level.  Tutto dipenderà da quanto la grande distribuzione deciderà di trasferire sui suoi clienti i maggiori costi derivati proprio dalla mancata produzione 2017 (-8% a livello globale, fino a 247 milioni di ettolitri secondo l’OIV, ne avevamo parlato qui). I maggiori incrementi di prezzo potrebbero poi verificarsi nell’ultimo periodo dell’anno, quando potrebbero farsi sentire le mancate scorte. Alla crescita dei prezzi contribuirà poi anche la svalutazione della sterlina, come tante volte denunciato dalla WSTA (ne avevamo parlato anche qui). Il quotidiano londinese questo proposito cita Nielsen, secondo cui in seguito al referendum sulla Brexit lo scorso anno i costi del vino al dettaglio si sono incrementati nel Regno Unito in media del 4%, con il prezzo dei vini italiani cresciuto del 3,5% e quello dei vini francesi del 5,5%.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: Brexit, prezzi, The Guardian, vendemmia 2017 e wsta. Area Geografica: Regno Unito. Categorie News Corriere: Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top