Uk, probabile indicazione del contenuto calorico sulle etichette degli alcolici

Con questa misura, ancora in fase di studio, il governo britannico spera di scoraggiare l’abuso di alcolici da parte dei consumatori in sovrappeso

 

Il ministro della Sanità inglese Anna Soubry ha recentemente dichiarato che i suoi funzionari sono in trattativa con l’industria delle bevande alcoliche riguardo la possibilità di inserire in etichetta il numero di calorie. Scopo della misura sarebbe quello di scoraggiare chi è in sovrappeso o chi tende a esserlo dal consumo di alcolici.

Secondo un recente studio di Drink Aware Trust, istituto per il bere consapevole, ha messo in stretta relazione la grande quantità di calorie presenti nelle bevande alcoliche con il fenomeno del sovrappeso e dell’obesità. Una pinta di birra ha un contenuto in calorie, circa 250, paragonabile a quello di una fetta di pizza, mentre due bicchieri di vino contengono circa 400 calorie, come un beefburger.

Diversi produttori e rivenditori inglesi (come Asda, Sainsbury e Tesco ) stanno già collaborando con il Dipartimento della Salute del governo in vista dell’inserimento del contenuto calorico sulle etichette, anche perché è probabile che nei prossimi anni anche La Commissione Europea voglia legiferare in materia.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: alcolismo, Anna Soubry, calorie, Drink Aware Trust, etichette e obesità. Area Geografica: Regno Unito. Categorie News Corriere: Legislazione, Mercati e Vino e salute.

Related posts

Commenta questo articolo

Top