UE e Vietnam: più vicino un accordo di libero scambio

Dopo più di due anni di trattative UE e governo vietnamita hanno annunciato i preliminari dell’intesa: tra sette anni via le tariffe su diversi beni commerciali, tra cui il vino. Si attende anche un maggior riconoscimento delle denominazioni UE

Con un comunicato stampa il CEEV (Comité Européen des Entreprises Vins) ha annunciato che, dopo due anni e mezzo di trattative, si è giunti agli accordi preliminari per un accordo di libero scambio tra l’Unione Europea ed il Vietnam,. L’accordo garantirà l’eliminazione di gran parte dei dazi sui beni commerciali, tra questi vi è il vino.

Secondo quanto dichiarato da Jean-Marie Barillère, Presidente del CEEV, l’eliminazione delle tariffe doganali sul vino (ora del 50% per vini fermi e spumanti), in un periodo relativamente breve (si parla di circa sette anni), sarà un’opportunità per il commercio verso questo paese dei vini europei e limiterà lo svantaggio che c’è ora tra l’Europa del vino e i suoi concorrenti nella regione(Australia e Cile ad esempio).

Il testo dell’accordo dovrà essere ora steso nei particolari per essere poi approvato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio Europeo, oltre che dal Vietnam.

Oltre all’eliminazione dei dazi l’accordo dovrebbe garantire anche il riconoscimento ed una maggior protezione delle Denominazioni europee in questo paese del Sud Est Asiatico, che conta quasi 90 milioni di abitanti e potenziali consumatori.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: ceev, dazi, Denominazioni, EU, libero scambio, tariffe e ue. Area Geografica: Unione europea e Vietnam. Categorie News Corriere: Mercati e Politica.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top