Solo Italiano Grandi Vini Russia Tour 2015

Conclusa con successo la rassegna organizzata da IEM che ha portato in Russia l’eccellenza enoica del nostro Paese attraverso la partecipazione di 81 aziende italiane assieme all’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi e Italian Wine Style & Promotion. Oltre 1.200 gli operatori presenti

Tasting_solo italiano grandi vini russia 2015_Mosca (4)

Si è conclusa con successo Solo Italiano Grandi Vini Russia Tour 2015, la rassegna organizzata da IEM (International Exhibition Management) che ha portato in Russia l’eccellenza enoica del nostro Paese attraverso la partecipazione di 81 aziende italiane (dirette e rappresentate) assieme all’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi e Italian Wine Style & Promotion. Gli importatori presenti – per citarne alcuni Simple, Classica, Luding, Fort e Grape -, la stampa e le autorità locali hanno promosso a pieni voti questa quinta edizione della manifestazione.

Alla manifestazione erano presenti anche il Consigliere dell’Ambasciata Italiana a Mosca Niccolò Fontana, e il Direttore dell’ICE di Mosca Pier Paolo Celeste, i quali hanno voluto esprimere pubblicamente alla IEM il loro ringraziamento per aver dimostrando sensibilità e attenzione al mercato confermando l’appuntamento di Solo Italiano anche quest’anno, il quinto  consecutivo, in un momento non certo facile; entrambi hanno infatti evidenziato come la la crisi economica e la svalutazione abbiano inciso pesantemente sulla vita dei cittadini ma anche come la situazione stia fortunatamente migliorando e il prodotto italiano abbia ancora grandi potenzialità di crescita.

Un’affluenza di oltre 1.200 operatori – tra importatori, distributori, professionisti e stampa – e l’entusiasmo che si respirava sia a Mosca che a San Pietroburgo sono la conferma che esistono ancora buoni margini di crescita e che la ripresa del mercato è in atto. “Il mercato del vino russo era ed è tuttora un mercato solido, con ampi spazi di sviluppo e diversificazione della domanda e con un costante interesse per il prodotto enologico italiano” – ha dichiarato Giancarlo Voglino Managing Director di IEM, riportando quanto è emerso dal focus organizzato in apertura dell’evento a Mosca, nel corso del seminario-dibattito “Il vino italiano in Russia”.

Come ha sottolineato Marina Nedic, Managing Director di IEM, “Noi di IEM siamo convinti che questo mercato potrà sempre essere un punto di riferimento per il prodotto italiano. Lo dimostra non solo il fatto che torniamo in Russia da ormai 12 anni e che Solo Italiano è giunto alla sua quinta edizione, ma soprattutto che, nonostante le difficoltà affrontate dal paese nell’ultimo anno, siamo ancora qui, più forti e determinati. Conosciamo bene la Russia ed eravamo convinti della sua capacità di reagire. Questo paese ha ancora molte potenzialità e siamo davvero felici perché i risultati di oggi ce lo hanno dimostrato”.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top