Nuova Zelanda: turisti in entrata e vino in uscita

Secondo New Zealand Winegrowers segnato nel 2017 un nuovo record nelle esportazioni di vino (+6%). Crescono intanto anche le visite nelle cantine del paese, meta oggi di un turista straniero su quattro

Le esportazioni di vino dalla Nuova Zelanda hanno raggiunto nell’anno terminato a giugno 2017 il valore record di 1,66 miliardi di NZD (circa un miliardo di euro), crescendo del 6% sull’anno precedente. Il vino è oggi il quinto prodotto per valore dell’export neozelandese.

Come si legge in un comunicato stampa del 28 agosto di New Zealand Winegrowers, negli ultimi due decenni le esportazioni di vino dalla Nuova Zelanda sono cresciute in media del 17% ogni anno, così che il nuovo traguardo  – ha affermato Steve Green (Presidente dell’associazione) – è quello di raggiungere entro il 2020 un valore delle spedizioni di 2 miliardi di NZD (sarebbero circa 1,2 miliardi di euro).

Primo paese di destinazione del vino neozelandese sono gli Stati Uniti, verso cui nell’anno a giugno si è raggiunto un valore delle spedizioni superiore a mezzo miliardo di dollari neozelandesi (+12% vs anno precedente).

Nel frattempo – lo ha comunicato la stessa New Zealand Winegrowers, e la notizia è stata poi ripresa anche da Decanter - anche il turismo del vino è in forte crescita nel paese, tanto che quasi un visitatore straniero su 4 (il 24% vs il 13% dell’anno passato) fa tappa in un vigneto o in una cantina durante il suo viaggio in Nuova Zelanda. Quest’anno la Nuova Zelanda (dati questi di NZ Tourism, citati da Decanter) sarà meta per circa 3,65 milioni di turisti stranieri (+10% sul 2016).

FEB

 

Sezione: Dai Mercati. Tag: Decanter, enoturismo, export NZ, New Zealand Winegrowers, NZ, Steve Green e Turismo. Area Geografica: Nuova Zelanda. Categorie News Corriere: Mercati e Turismo.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top