Medea 4 coloriMed.&A. – Associazione Nazionale Agenti d’Affari in Mediazione e Agenti di Commercio è stata fondata nel 2000 per volontà del suo primo presidente, Stefano Graziani, e di un gruppo di agenti e intermediari del settore vinicolo con lo scopo di tutelare la categoria nell’ambito sindacale, tecnico, economico e sociale del commercio dei vini sfusi.
Oggi, con le sue 25 società affiliate, in rappresentanza di un centinaio di operatori del settore, che trattano circa 15 milioni di ettolitri di vino l’anno per un giro d’affari che sfiora il miliardo di euro, l’associazione è punto di riferimento e garanzia sia per il mondo agricolo che per quello industriale.
L’associazione è costituita presso la Confederazione Italiana della Vite e del Vino.
Ogni settimana, gli agenti Med.&A. curano “Piazza Affari”, la rubrica del Corriere Vinicolo dedicata agli scambi e alle quotazioni del mercato dello sfuso in Italia e sui mercati francese e spagnolo.


La figura dell’agente-mediatore

“Mutuando da una nota trasmissione radiofonica, potremmo dire tutto il mercato minuto per minuto“. Così descrive l’attività degli agenti e mediatori il fondatore e primo presidente di Med.&A., Stefano Graziani. “Scherzi a parte, solo gli agenti intermediari hanno il polso della situazione, ed è proprio questa la loro forza, al di là della professionalità con cui conducono le trattative. E’ una figura di cui si parla poco, ma rimanendo inStefano Grazianiambito calcistico, sono come l’arbitro: se non se ne parla, vuol dire che ha condotto bene la partita. Forniamo un servizio di cerniera tra le esigenze del mondo industriale e di quello agricolo, due mondi che come si sa hanno visioni molto lontane, per non dire opposte”.
Il plusvalore del servizio offerto dall’intermediario sta proprio nella puntualità ed esattezza della quotazione che viene sottoposta a entrambe le parti, in quanto frutto di analisi e monitoraggio continuo dei mercati. I mercati sono così flessibili, influenzabili e poco stabili, specie quello del vino sfuso, che è fondamentale monitorarli giorno per giorno. Ecco allora che il prezzo che propone l’intermediario Med.&A. coincide spesso e volentieri con il punto d’equilibrio esatto tra domanda e offerta.
Ma oltre a condurre in porto una trattativa, l’intermediario Med.&A. offre un bagaglio di esperienza e professionalità che pochi possono vantare nel settore, un servizio che va dalla scelta del prodotto alla garanzia dello svolgimento del tutto contratto, dal controllo qualitativo fino alla parte economica.

Il presidente in carica (dal 2013), Severino Carlo Repetto

repetto-FOTOSeverino Carlo Repetto, classe 1953, diplomato alla Scuola enologica di Alba nel 1973, proviene da una storica famiglia di agenti e mediatori in vino. Nel 1946 i fratelli Repetto, Adriano e Giacinto, si trasferirono da Genova a Martina Franca, in Puglia. Qui, nella principale regione di produzione di quegli anni, diedero inizio all’attività d’intermediari. Il mercato di allora era esclusivamente nazionale e le vendite erano indirizzate in maggioranza dalle regioni del Sud alle nascenti case vinicole del Nord Italia. In particolare le aziende del Veneto dimostrarono un crescente interesse per vini di Puglia e così, negli anni Sessanta, per avere maggior incisività su questo mercato, i fratelli Repetto iniziarono la collaborazione con Bruno Anselmi, agente in mediazioni in San Bonifacio. Quest’ultimo fu a sua volta uno dei primi, all’inizio del mercato comune europeo, a dare il via all’esportazione di vini italiani in Germania.
Dopo uno stage presso la Cantina di Monteforte, nel 1976 Repetto raggiunge a San Bonifacio Bruno Anselmi, proseguendo in società con lui l’attività di famiglia: è dalla fusione di queste esperienze che l’Agenzia Vini Repetto sviluppa il proprio know-how. L’agenzia è specializzata in intermediazione e consulenza, in termini di controllo di qualità, logistica e parte economica, all’acquisto di vini sfusi di tutta l’Italia e delle principali regioni vinicole europee. La società ha un collaboratore in loco per le regioni Puglia, Campania e Sicilia. Acquirenti da Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Austria, Russia.

Articoli

A difesa della nostra professionalità e degli interessi del settore vino italiano

Lettera aperta del presidente Repetto: gli agenti associati a Med&A forniscono un contributo fondamentale per la salvaguardia di quegli operatori il cui paziente lavoro per crearsi un’immagine di affidabilità può essere messo in un istante a repentaglio da azioni avventate suggerite da consiglieri poco accorti
Top