Med.&A., Carlo Repetto nuovo presidente

Succede a Stefano Graziani, fondatore e per 15 anni alla guida dell'Associazione

E’ Severino Carlo Repetto il nuovo presidente di Med.&A. Lo ha eletto il consiglio di amministrazione dell’associazione nazionale agenti d’affari in mediazione e agenti di commercio aderente a Unione Italiana Vini. Succede a Stefano Graziani, che ne è stato alla guida dalla fondazione, nel 2000. “Dopo quasi 15 anni – ha detto il presidente uscente – è giusto dare un ricambio all’associazione, perché soggetti di questa natura vivono grazie all’entusiasmo e alla partecipazione dei propri soci. Sono contento per Carlo, amico a cui mi lega un profondo affetto e uomo di assoluta competenza, stimatissimo sul mercato. Sono sicuro che sotto la sua guida Med.&A. farà notevoli progressi, soprattutto alla luce del fatto che le cose stanno cambiando velocemente in questo settore, e anche la figura dell’agente e mediatore deve evolvere con esso, anticipandone le tendenze e diventando consulente a tutto tondo delle imprese vinicole”.

“Ringrazio Stefano Graziani per le parole di affetto e stima – ha detto il neopresidente, titolare dell’omonima agenzia vini di San Bonifacio, in provincia di Verona – anch’io sono profondamente convinto del ruolo fondamentale degli agenti, non più e non solo intermediari tra mondo produttivo e mondo industriale, ma – come ama dire Graziani – enzimi vitali di questo settore. L’associazione sarà sempre più al servizio innanzitutto dei propri soci, raccogliendone le tante istanze: dal riconoscimento della professione in un contesto di tutele più preciso alla definizione di regole che ne garantiscano l’operato, penso sopra ogni cosa alla definizione di un contratto-tipo, da stilarsi in collaborazione con l’Unione Italiana Vini, che nella persona del direttore generale Francesco Pavanello ha già dato ampia disponibilità”.

Insieme a Repetto, sono stati eletti due vicepresidenti, novità del nuovo corso Med.&A.: sono Filippo Lazzaretto e Andrea Braconi, agenti operanti rispettivamente nel Triveneto e in Abruzzo.

 

 

Una storica famiglia di mediatori

Carlo Repetto, classe 1953, diplomato alla Scuola enologica di Alba nel 1973, proviene da una storica famiglia di agenti e mediatori in vino. Nel 1946 i fratelli Repetto, Adriano e Giacinto, si trasferirono da Genova a Martina Franca, in Puglia. Qui, nella principale regione di produzione di quegli anni, diedero inizio all’attività d’intermediari. Il mercato di allora era esclusivamente nazionale e le vendite erano indirizzate in maggioranza dalle regioni del Sud alle nascenti case vinicole del Nord Italia. In particolare le aziende del Veneto dimostrarono un crescente interesse per vini di Puglia e così, negli anni Sessanta, per avere maggior incisività su questo mercato, i fratelli Repetto iniziarono la collaborazione con Bruno Anselmi, agente in mediazioni in San Bonifacio. Quest’ultimo fu a sua volta uno dei primi, all’inizio del mercato comune europeo, a dare il via all’esportazione di vini italiani in Germania.

Dopo uno stage presso la Cantina di Monteforte, nel 1976 Carlo Repetto raggiunge a San Bonifacio Bruno Anselmi, proseguendo in società con lui l’attività di famiglia: è dalla fusione di queste esperienze che l’Agenzia Vini Repetto sviluppa il proprio know-how. L’agenzia è specializzata in intermediazione e consulenza, in termini di controllo di qualità, logistica e parte economica, all’acquisto di vini sfusi di tutta l’Italia e delle principali regioni vinicole europee. La società ha un collaboratore in loco per le regioni Puglia, Campania e Sicilia. Acquirenti da Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Austria, Russia.

 

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top