Martignani festeggia i suoi primi 60 anni

L'azienda romagnola, protagonista dell’innovazione nelle tecniche applicative degli agrofarmaci, festeggia quest'anno un importante traguardo

60 Anni

Quest’anno ricorrono i 60 anni di attività della Martiganni Srl, nota protagonista dell’innovazione nelle tecniche applicative degli agrofarmaci. Il suo fondatore e co-titolale col figlio Stefano, Claudio Martignani è stato pioniere del basso volume d’acqua in Italia quando presentò nel 1958 i Nebulizzatori pneumatici messi a punto nel 1948 da un “pool” di esperti olandesi, primi apparecchi del mondo funzionanti con questa tecnica, una delle più importanti innovazioni nella storia dell’evoluzione agricola.

La superiore efficacia dei trattamenti, con meno 90% d’acqua, – 30% di prodotto chimico, – 70% di tempo manodopera e senza alcun gocciolamento, pose Martignani di fronte alle più svariate reazioni: dalla meraviglia alla perplessità degli agricoltori, fino alle critiche dei tecnici fitoiatri e di molti docenti di Agraria. A Martignani il merito di aver superato con determinazione e lungimiranza ogni ostacolo, fino al punto che nel 1972, in accordo con gli olandesi, iniziò la costruzione a Lugo di questi apparecchi.

Da allora Martignani ha svolto un ruolo di primo piano nel concepire nuove soluzioni. Egli infatti ha sviluppato negli anni, con numerosi suoi Brevetti (a tutt’oggi 26), la più completa e avanzata gamma di Nebulizzatori pneumatici, affermatasi presso le migliori aziende italiane e di altri 70 Paesi dei 5 continenti, comprese 4 multinazionali dell’agroalimentare. Ciò grazie anche all’introduzione nel 1981 (1° in Europa) della carica elettrostatica delle microgocce, che ha costituito un altro grande passo avanti nella netta riduzione delle perdite per deriva nell’aria, mantenendo piena efficacia con ulteriore riduzione del 15% di dosi curative e favorendo raccolti esenti da residui chimici.

Gli sviluppi innovativi a firma Martignani sono stati premiati nei vari concorsi internazionali per Novità tecniche; su 22 riconoscimenti (tra cui 5 Medaglie d’Oro e 4 d’Argento) tutti, testati da Istituti universitari, hanno poi fatto scuola creando tendenza presso gli altri costruttori. Va citata come ultima novità, il “Duo Wind Jet” (European Patent 268962A1): il modello, è la migliore alternativa alle Irrotatrici a Tunnel, senza alcun riciclo di miscela, con 99% di effetto non solo anti-deriva, ma anche anti-residui chimici su frutta, uva, vino ecc. Il modello più premiato della categoria, infatti, oltre ai 5 riconoscimenti ottenuti dal 2013 al 2017, all’Enovitis in Campo 2018 è stato proclamato vincitore del concorso “Vota In Vigneto” dai tecnici e agricoltori presenti alle prove.

Martignani è stato tra i protagonisti dell’ultima Eima, dove ha organizzato una serata in cui ha accolto su invito 40 suoi dealers italiani e 40 esteri, a cui tra l’altro ha consegnato il volume aggiornato “La forza di un’idea e dell’innovazione” con l’appendice “Fatti, episodi, anedditi di 60 anni”.

 

Nella foto: Claudio Martignani insieme al figlio Stefano. Sulle pareti alcuni dei molti riconoscimenti ricevuti dall’azienda 

 

Sezione: Corriere e Dalle Aziende. Area Geografica: Italia. Categorie News Corriere: Aziende, Sostenibilità e Viticoltura.

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top