M&A: Diageo cede 19 marchi di “basso profilo”

Sono tutte etichette di superalcolici che il gruppo lascerà alla statunitense Sezerac per 550 milioni di dollari per meglio concentrarsi sugli spirits premium made in USA

Cinquecentocinquanta milioni di dollari il prezzo di vendita di 19 marchi di superalcolici low-end che Diageo ha scelto di cedere alla company statunitense Sezerac. La notizia dell’operazione, che sarà finalizzata probabilmente entro i primi mesi del 2019, è stata data dallo stesso gruppo londinese attraverso un comunicato stampa dello scorso 12 novembre (si trova qui).

I marchi oggetto della cessione sono:  Seagram’s VO, Seagram’s 83, Seagram’s Five Star, Myers’s, Parrot Bay, Romana Sambuca, Popov, Yukon Jack, Goldschlager, Stirrings, The Club, Scoresby, Black Haus, Peligroso, Relska, Grind, Piehole, Booth’s e John Begg.

Come dichiarato dal ceo di Diageo, Ivan Menezes, l’operazione consentirà di concentrarsi maggiormente sullo sviluppo dei marchi statunitensi di spirits premium, quelli oggi in più rapida crescita e capaci di consentire maggiori guadagni agli azionisti del gruppo.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: Diageo, M&A, premium, Sezerac e spirits. Area Geografica: USA. Categorie News Corriere: Aziende e Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top