M&A: che sarà di Yellow Tail?

Indiscrezioni di stampa parlano dell’interesse di alcuni investitori per il portafoglio etichette di Casella Family Brand. L’azienda australiana conferma, ma non ci sarebbero trattative in corso

Secondo quanto riportato nei giorni scorsi dalla testata economica The Australian Financial Review, il gruppo vitivinicolo Casella Family Brands avrebbe dato incarico a UBS di valutare l’interesse di potenziali investitori all’acquisto del suo portafoglio di etichette.

L’azienda australiana, lo ricordiamo, è proprietaria di marchi di successo internazionale: primo tra tutti Yellow Tail, ma anche Peter Lehmann, Casella e Magic Box etc.

Tale indiscrezione ha, naturalmente, fatto drizzare le antenne nel settore, recentemente teatro di diverse importantissime operazioni di Merger & Acquisition, quali ad esempio, ad aprile, la vendita a E&J Gallo di 30 marchi da parte di Constallations Brand (si veda qui), la cessione di 19 etichetta da parte di Diageo a Sezerac (si veda qui) avvenuta sul finire del 2018, e ancora, poco più di un anno fa, il passaggio da un miliardo di dollari di Accolade Wines alla società di asset menagement The Carlyle Group.

Interrogata in proposito Casella Family Brand ha confermato alla stampa di avere avuto riscontro sull’interesse per il suo portafoglio da parte di diversi investitori, ma ha anche sottolineato che in questo momento non ci sarebbe nessuna trattativa di vendita in corso.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: Casella Family Brands, M&A, The Australian Financial Review, UBS e yellow tail. Area Geografica: Australia e Mondo. Categorie News Corriere: Aziende e Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top