Lotta biologica? Si fa coi pipistrelli

Una nuova arma volante e notturna per la protezione dei vigneti è in via di sperimentazione nella regione australiana di McLaren Vale: sono chirotteri del peso di appena tre grammi

Alcuni viticoltori di McLaren Vala, regione vinicola a sud di Adelaide, nell’Australia meridionale, hanno aderito al progetto sperimentale Wildlife4Wine del Adelaide Hills and Mount Lofty Natural Resources Management Board (NRM), che mira a studiare l’efficacia dei pipistrelli come arma di lotta biologica nei vigneti.

Come spiegato a AbcNews da una delle creatrici del progetto, l’ecologa Elisa Sparrow, alla sperimentazione hanno aderito dodici aziende vitivinicole, installando casette per pipistrelli ai margini dei vigneti oltre a particolari strumenti capaci di registrare i segnali di ecolocalizzazione emessi dei chirotteri, al fine di verificare la loro presenza nel territorio.

I pipistrelli che popolano la regione sono longevi, possono vivere fino a 20 anni e pesare anche solo 3 grammi ma sono capaci di mangiare in una notte fino a 1000 insetti ogni notte.

FEB

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top