L’IG Napa Valley trova tutela anche in Corea e a Singapore

Grazie all’impegno della Napa Valley Vintners si estende il numero dei paesi in cui l’indicazione californiana è riconosciuta e protetta

L’indicazione geografica Napa Valley ha ottenuto riconoscimento e salvaguardia nei mercati di Singapore e della Corea del Sud. La notizia è stata diffusa da Napa Valley Vintners (NVV), associazione di categoria che raggruppa e rappresenta 525 viticoltori californiani.

Come dichiarato dal suo Presidente, Pat Stotesbery, la NVV ha una lunga esperienza nelle politiche di protezione all’estero delle indicazioni geografiche del vino di qualità; ricordiamo, infatti, che la denominazione Napa Valley è stata la prima indicazione geografica a essere riconosciuta in Cina, già nel 2002, è stata la prima regione di produzione non europea a ottenere lo status di IG nell’Unione Europea nel 2007, ha ottenuto tutela anche in Australia, Brasile, Canada, India, Israele, Nuova Zelanda, Taiwan, Tailandia e Turchia.

La Napa Valley Vintners è impegnata inoltre fin dal 1980 nella creazione di una legge sull’etichettatura dei vini negli Stati Uniti, e recentemente (ne abbiamo parlato qui) si sta battendo per  l’approvazione di una regolamentazione in materia ancora più restrittiva.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: Denominazioni, etichette, IG, Napa Valley Vintners, NVV e tuttela. Area Geografica: Corea del Sud, Singapore e USA. Categorie News Corriere: Denominazioni.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top