Le vigne d’Australia mappate con l’intelligenza artificiale

Pubblicato il National Vineyard Scan 2018. 146.000 ettari di vigneto e quasi 464.000 km di filari (oltre 10 volte la circonferenza della terra all’equatore). Il 95% della superficie vitata è compreso in un’Indicazione Geografica

È stato pubblicato nei giorni sorsi il National Vineyard Scan 2018 di Wine Australia. Il documento riporta i dati finora raccolti dal progetto National Vineyard Scan, realizzato in collaborazione con Consilium Technology, al fine di geolocalizzare tutti i vigneti da vino australiani, attraverso un’analisi delle immagini satellitari ad alta risoluzione effettuata con l’intelligenza artificiale GAIA (Geospatial Artificial Intelligence for Agriculture).

Questo tecnologia sostituisce l’approccio tradizionale e meno preciso che veniva precedentemente utilizzato nella mappatura delle superfici dall’Australian Bureau of Statistics (ABS).

La superficie totale del vigneto da vino australiano si estende oggi per 146.128 ha (nell’ultima rilevazione del 2014 del Bureau of Statistics erano stati censiti 135.133 ha). La lunghezza di tutti i filari di vite d’Australia messi “in fila” è di ben 463.718 km, cioè più di dieci volte la circonferenza della terra all’equatore! La densità media dei filari è di 3,17 km per ettaro, mentre sono stati identificati 75.961 singoli impianti.

Il rapporto fornisce anche le superfici del vigneto australiano per ognuna delle 65 indicazioni geografiche (GI) australiane. Quella più estesa è Rieverland nel South Australia, con 19.024 ha, la più piccola l’Hastings River, nel New South Wales, con 13 ha. Il 95% del vigneto australiano è compreso nel territorio di una delle indicazioni geografiche.

FEB

 

MI_NationalVineyardScan_Infog_A4_F3

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top