L’Azerbaigian punta a quintuplicare l’export di vino

Il Presidente della Repubblica ha siglato il piano di sviluppo dell’Industria vitivinicola 2018-2025. Principali destinazioni del vino azero sono oggi la Russia e la Cina

Attraverso un piano per lo sviluppo dell’industria vitivinicola, il governo della Repubblica dell’Azerbaigian ha l’obiettivo di quintuplicare entro il 2025 le esportazioni di vino.

Come riportano diverse fonti di stampa locale, il decreto di attuazione dello State Program for the Development of Winemaking in Azerbaijan in 2018-2025 è stato siglato lo scorso 3 maggio da Ilham Aliyev, Presidente dell’Azerbaigian.

La produzione vinicola azera 2017 è stata di oltre 100.000 ettolitri e di questi circa 37.500 hl sono stati esportati, soprattutto verso Russia (33.800 hl) e Cina (2.700 hl).

L’industria vitivinicola dell’Azerbaigian è stata particolarmente fiorente negli anni ottanta, quando era tra le prime di tutta l’Unione Sovietica. Oggi nel paese si producono circa 350 varietà di uva, tra cui in particolare i vitigni Bendi, Gamashara, Gizili, Marandi, White Shani, Aligote, Sauvignon, Muscat, Pinot, Riesling e Kishmish (uva passa).

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: Aligote, Bendi, Gamashara, Gizili, Ilham Aliyev, Kishmish, Marandi, Muscat, pinot, riesling, sauvignon, uva passa, vino e White Shani. Area Geografica: Ajerbaijan. Categorie News Corriere: Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top