L’Australia punta alle sostenibilità assoluta nel packaging

Approccio circolare al rifiuto da imballaggio. Entro il 2025, confezioni fatte per il 30% da materie di riuso ed il 70% delle confezioni in plastica riciclabile: ecco l’ambizioso obiettivo del governo e degli industriali

Il ministro australiano dell’ambiente, Melissa Price, ha incontrato i leader delle industrie del confezionamento, della vendita al dettaglio e della gestione e riciclaggio dei rifiuti che operano e fanno affari in Australia, con l’intenzione di creare insieme una strategia comune di sostenibilità (qui il comunicato del Ministro)

L’incontro è stato organizzato dall’Australian Packaging Covenant Organization (APCO) e si è tenuto a Melbourne lo scorso 25 settembre.

L’ambizioso obiettivo che il Ministero dell’ambiente e gli industriali si sono posti, è quello di mettere in atto un approccio circolare, che vede il rifiuto come una risorsa e di avere entro il 2025 tutte le confezioni riciclabili o riciclate.

In particolare si punta al 70% delle confezioni in plastica riciclabili o compostabili e di avere confezioni fatte almeno per il 30% da materie prime provenenti dal riciclo.

Per guidare i consumatori australiani nel riciclo delle confezioni vi sarà una nuova etichetta, sviluppata dall’APCO, che guiderà i consumatori nella differenziazione dei rifiuti, così che possano essere correttamente conferiti in discarica. A questo scopo l’APCO ha anche creato un portale web dedicato alle informazioni sul coretto riciclaggio: Planet Ark – PREP Design.

 

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: APCO, imballaggi, Melissa Price, plastica, PREP, riciclo e sostenibilità. Area Geografica: Australia. Categorie News Corriere: Packaging, Politica e Sostenibilità.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top