L’alcol tra ragione e sentimento

Appuntamento a Roma - Sala Cavour del Mipaaf - il 12 marzo alle ore 11.00 con la tavola rotonda organizzata da UIV

Convegno_Uiv

Due poli, solo in apparenza opposti, di un binomio in realtà inscindibile nell’atto della scelta e del consumo, anche del vino: la ragione, da un lato, e il sentimento, dall’altro, si ritroveranno al centro della riflessione in un dibattito organizzato dall’Unione Italiana Vini, il 12 marzo prossimo alle ore 11.00, presso il Ministero per le Politiche agricole (sala Cavour) dal titolo “L’alcol tra ragione e sentimento”.

Promosso dal gruppo di lavoro “vino e salute” dell’UIV, l’incontro “si pone l’obiettivo – spiega Sandro Sartor, coordinatore del gruppo e animatore del progetto – di mostrare come si possa arrivare, finalmente, a parlare in modo oggettivo, sereno e costruttivo delle relazioni tra una corretta educazione alimentare, e comportamentale, con un consumo moderato e consapevole del vino e delle bevande alcoliche”. Per ristabilire, insomma, un rapporto sereno – a livello individuale e sociale – con il consumo del vino superando isterismi e demonizzazioni, pregiudizi e ostilità (spesso preconcette) di cui sono vittime, da ormai molti anni, le bevande alcoliche in diversi frangenti della cronaca e della vita sociale. “L’elevato valore scientifico dei relatori che siamo riusciti a coinvolgere, e che ringrazio per la loro disponibilità – ha proseguito Sartor – aumentano le attese per un confronto dal quale, ne sono certo, riusciremo a ottenere una piattaforma ideale e scientifica estremamente utile per il nostro impegno sulle tematiche alcol-correlate”.

 

Molteplici implicazioni

Medici e antropologi, nutrizionisti ed esperti si confronteranno sulle molteplici implicazioni – culturali e sociali, fisiologiche, psicologiche e nutrizionali – chiamate in causa dall’atto del bere vino (e, in genere, bevande alcoliche). Saranno esplorati i rapporti tra sostanze alcoliche, piacere, qualità della vita e salute, analizzando il consumo delle bevande alcoliche in una prospettiva di salute e benessere, si ripercorrerà la dimensione “estetica” del bere nelle sue relazioni con il nutrizionismo, concludendo la riflessione nella dimensione “sociale” del consumo di bevande alcoliche recuperando il valore culturale del “bere responsabile” contro i tentativi di “medicalizzare” il tema dell’abuso. Tra i relatori, interverranno Giorgio Calabrese, dietologo e docente universitario, Marco Faccini, dirigente ospedaliero e titolare di alta specialità alcologica, i docenti universitari Ernesto Di Renzo, antropologo, e Laura Di Renzo, specialista in scienza dell’alimentazione, Michele Contel, segretario generale dell’Osservatorio permanente sui giovani e l’alcol, e Stylianos Filopoulos, direttore generale della Wine in Moderation AISBL.

“E l’intervento conclusivo del ministro dell’Agricoltura, Maurizio Martina – commenta Domenico Zonin, presidente dell’Unione Italiana Vini – conferirà non solo autorevolezza a un dibattito scientifico che si prefigura di elevato livello, ma confermerà l’impegno, anche istituzionale, del mondo produttivo a favore di una battaglia culturale contro abusi e devianze, non solo lontane dal nostro modo di vivere e pensare il vino, ma che danneggiano l’immagine nobile del prodotto e, quindi, il mercato,”.

Anche perché “solo gestendo proattivamente le tematiche del consumo responsabile – conclude Paolo Castelletti, segretario generale UIV – riusciremo a sottrarre ad altri soggetti la gestione culturale dei fenomeni sociali legati dell’abuso di alcol che non vanno certo affrontati demonizzando i consumi di bevande alcoliche con campagne speculative o, peggio, con politiche fiscali, che si è visto non hanno portato alcun effetto, quanto invece con attività di promozione culturali ‘positive’ verso un consumo moderato e consapevole”.

 

In allegato l’invito e il programma dettagliato della giornata

L’ingresso è consentito tramite accredito, da effettuarsi indicando nome, cognome, azienda-istituzione e ruolo, all’indirizzo segreteria.confederazione@uiv.it  entro le ore 12.00 dell’11 marzo 2015- posti limitati.

 

 

 

 

 

 

Sezione: UIV Notizie. Tag: uiv e vino e salute. Area Geografica: Italia.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top