Giordano Vini alla conquista di Usa e Scandinavia

La previsione di vendita in Svezia, Norvegia e Finlandia per il 2014 è di circa 120 mila bottiglie con l’obiettivo di un ulteriore sviluppo negli anni successivi. Sul fronte Usa, l'azienda specializzata nella vendita diretta punta a Minnesota e Nevada

Dopo i recenti successi in Francia e Belgio, la cantina Ferdinando Giordano varca nuove frontiere e si apre a nuovi mercati.

 

Sul fronte europeo è pronta la campagna export sui Paesi Scandinavi, Norvegia, Svezia e Finlandia. La Scandinavia rappresenta un mercato vitale, con percentuali di crescita importanti nel consumo del vino, e che sta vivendo un interessante cambio generazionale. In questi Paesi, infatti, i giovani consumatori si stanno avvicinando sempre più al vino ed alla sua cultura, in una modalità sempre più simile a quella dei Paesi produttori storici, come Italia e Francia.

Giordano, leader in Italia nella vendita diretta del vino, si è introdotto in quest’area partendo dalla Norvegia, dove la prima etichetta introdotta – un Primitivo di Manduria che Giordano produce nella cantina di sua proprietà a Torricella (Taranto) – ha riscosso un grande successo di pubblico, tanto che ora sta arricchendo la sua offerta nel Paese con nuove tipologie di vino.

Il mercato del vino nella Penisola Scandinava è un mercato particolare, regolamentato e gestito dal Monopolio centrale, che introduce un numero chiuso di prodotti alcolici che possono essere venduti rigorosamente nei negozi autorizzati. La cantina Giordano è riuscita a penetrare questi mercati attraverso un partner, importatore registrato presso il Monopolio. Per rispondere alle nuove tendenze di gusto ed al crescente interesse degli scandinavi nei confronti del vino italiano, Giordano introdurrà nuove referenze tailor-made per questi mercati, tra cui il Fascino Passo, un vino prodotto da Uve NegroAmaro di Puglia. La previsione di vendita delle etichette Giordano in Svezia, Norvegia e Finlandia per il 2014 è di circa 120 mila bottiglie con l’obiettivo di un ulteriore sviluppo negli anni successivi.

Anche negli Stati Uniti – dove l’Azienda è approdata nel 2013 vendendo i suoi prodotti negli stati di California, Texas ed Illinois – il 2014 sarà l’anno per conquistare nuovi mercati, Minnesota e Nevada, due stati particolarmente interessanti perché la loro popolazione ha registrato tassi di aumento del consumo di vino tra i più alti degli Stati Uniti.

 

Qui i vini Ferdinando Giordano continueranno ad essere distribuiti attraverso i canali classici della vendita diretta che l’Azienda utilizza in Italia e all’estero, puntando sulla multicanalità e mettendo a disposizione di ogni consumatore lo strumento più adatto alle sue abitudini: posta, telefono, mail o web. Oltre alla flessibilità degli strumenti, la ricchezza del servizio offerto da Giordano consiste anche e soprattutto nel supporto alla vendita e nell’assistenza ai clienti.
“L’export – commenta SimonPietro Felice, Ad di Giordano Spa – ha rappresentato quest’anno il 49% del nostro fatturato, con una crescita di due punti percentuali rispetto allo scorso anno. L’export rappresenta per noi, come per molte aziende italiane, una chiave di crescita molto importante”.

 

Sezione: Dalle Aziende. Tag: GIORDANO VINI, mercati, scandinavia, usa e vendita diretta. Area Geografica: Finlandia, Italia, Norvegia, Svezia e USA. Categorie News Corriere: Aziende e Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top