Giappone, prodotti europei meno cari grazie all’EPA con l’UE

Cancellato dazio d’ingresso sul vino. Effetto immediato sui prezzi al consumo, diminuiti anche del 17%. Saranno protette anche 200 indicazione geografiche europee tra cibi e bevande

Per effetto dell’entrata in vigore dell’Economic Partnership Agreements (EPA) tra Giappone e Unione Europea firmato lo scorso luglio (qui il comunicato ufficiale della Commissione), a partire dal primo febbraio, è stato cancellato il dazio sul vino europeo in ingresso nel paese del Sol Levante. L’imposta incideva in media per il 15% circa sul prezzo del vino (o per circa 125 yen per litro – un euro/l circa).

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, e in particolare da The Japan TimesNikkei Asian Review e NHK News, che leggiamo via The Drinks Business, la cancellazione dell’imposta avrebbe già avuto effetti positivi per i consumatori e in particolare su prezzi al consumo. Tra sconti già in essere e quelli annunciati dai rivenditori, il prezzo del vino sugli scaffali dei supermercati sarà ridotto dall’1% al 17%.

Nei termini dell’EPA anche il taglio delle tariffe su diversi formaggi (come Gouda e Cheddar) e carni, oltre ad accordi sulla protezione di oltre duecento prodotti a Indicazione Geografica.

FEB

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top