Germania, c’è vita oltre il discount

Wine Intelligence ha rilevato che i tedeschi sono disposti a spendere di più in vino rispetto a due anni fa e bevono più spesso fuori casa. Piace il tappo a vite e cresce – anche qui – la popolarità del Prosecco

Wine Intelligence società di Londra specializzata nella consulenza nel business e nel marketing del settore vino, ha stilato un report dedicato al mercato tedesco; si tratta del German Wine Market Landscape 2015. 

Tra le principali e recenti caratteristiche di questo mercato vi sono indicate la tendenza alla premiumizzazione e il forte peso dei discount nelle vendite di vino.

In particolare è stato rilevato che la spesa media per l’acquisto di vino da parte di acquirenti che lo acquistano per farne un dono è cresciuta da € 7,20 a € 7,90 negli ultimi due anni; la spesa media per l’acquisto di vino da consumarsi a casa è invece cresciuta, nello stesso arco temporale, da € 5,45 a € 6,40. Ci si trova di fronte dunque a un fenomeno di premiumizzazione, che potrà in parte compensare gli altresì previsti cali delle vendite in volume. La popolarità dei vini di qualità in Germania è cavalcata dai discount, Aldi e Lidl ad esempio, che offrono tra i loro scaffali una scelta sempre maggiore di vino di qualità;  ciò è significativo, visto il particolare perso di questo canale di vendita per il vino in Germania. Come dichiarato a BeverageDaily da Wilhelm Lerner, country manager di Wine Intelligence per la Germania, se due anni fa l’assortimento medio di vino disponibile nei discount tedeschi stava nella fascia di prezzo tra i 2 e i 4 euro, ora sta in quella tra i 5 e 6 euro.

Riscontrate poi una maggior predisposizione per i consumatori tedeschi a bere vino fuori casa (se nel 2013 coloro che dichiaravano di berne nei bar e nei pub erano il 26%, ora sono il 45%) una maggior popolarità del tappo a vite, oltre che, sembra ormai un refrain in tutto il mondo, del Prosecco.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: discount, premium, prosecco, screw cap, tappo vite e wine intelligence. Area Geografica: Germania. Categorie News Corriere: Consumi.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top