Franciacorta, +7% le vendite nel 2015

Il neo presidente Vittorio Moretti illustra i risultati dell'anno appena trascorso e gli obiettivi del 2016

April 7th 2013, Franciacorta (Italy), Bellavista: Vittorio e Francesca Moretti

“Il 2015, per Franciacorta, è stato un anno ricco di soddisfazioni; Expo è stata una grande sfida che si è rivelata vincente e un’importante vetrina a livello nazionale e internazionale. Sul fronte commerciale e su quello della brand awareness registriamo un trend positivo sia in Italia che all’estero.” Con queste parole Vittorio Moretti, Presidente del Consorzio Franciacorta, eletto a dicembre 2015, dichiara i dati ufficiali dell’anno appena concluso. Il 2015 registra un incremento delle vendite del 7.1% in Italia e del 7.5% all’Estero con un prezzo medio di vendita in leggera crescita (€ 19 iva inclusa), nonostante un contesto economico generale estremamente complesso.

Il Franciacorta ha realizzato una performance positiva vendendo 16,5 milioni di bottiglie di cui oltre 1,5 all’estero. Il principale mercato si conferma il Giappone che rappresenta il 22% dell’export, a seguire Svizzera e Stati Uniti che incidono quasi il 14% sul totale. Interessanti le performance di crescita: il Giappone registra + 19% rispetto al 2014 e gli Stati Uniti + 16%, risultati incoraggianti grazie al lavoro svolto ed agli importanti investimenti in comunicazione.

Sul mercato, inoltre, la domanda ha espresso un consenso crescente verso il Satèn, tipologia esclusiva del Franciacorta che fa rilevare un incremento del 17.5% e sui Dosaggio Zero che crescono del 28,8%.

Dai dati emerge un forte incremento nel numero di bottiglie vendute nel centro Italia, in particolare in Toscana che registra +18,5%, stesso tasso di crescita anche per la Puglia, sebbene il Nord Italia mantenga ampiamente il primato di vendita: le due regioni principali si confermano Lombardia ed Emilia Romagna. Anche il Trentino cresce in modo importante con un +21,6%.

 

Vittorio Moretti commenta così i dati : “Abbiamo una clientela soprattutto al nord ma l’obiettivo è di allargarci anche in altre zone del centro e del sud Italia, dove complessivamente i nostri volumi possono raddoppiare”.  “La politica della Franciacorta è da sempre basata sulla qualità e questo significa che i valori che abbiamo attribuito al prodotto –  valori molto ambiziosi perché parliamo di “eccellenza”, di eleganza, di raffinatezza -  dovranno sempre di più riflettersi in tutto ciò che ci circonda: a partire dalla vigne, che dovranno essere esemplari sia per chi vive e lavora in Franciacorta, sia per i turisti fino a consapevolizzarsi di far parte di un mondo speciale, e per molti aspetti migliore e più godibile rispetto a quello che ci circonda. Fondamentale è la valorizzazione del paesaggio, la natura, e l’aria stessa, che ci porterà a diventare innanzitutto una vera e propria meta turistica, per poi ambire al massimo riconoscimento di una “Franciacorta Patrimonio dell’Umanità”.

Il 2016 sarà un anno ricco di eventi e iniziative in Italia, all’estero e soprattutto sul territorio. Proprio in Franciacorta si terranno il Festival Franciacorta d’Estate che si svolgerà il 25 e 26 giugno 2016, rientrando nel palinsesto degli eventi collaterali che il territorio offrirà nel periodo di installazione a giugno dell’opera-evento The Floating Piers di Christo sul lago d’Iseo (dal 18 giugno al 3 luglio). A settembre, l’ormai consolidato Festival Franciacorta in Cantina, 17 e 18 settembre e durante l’anno gli immancabili Festival Franciacorta itineranti che quest’anno si svolgeranno a Padova, Cuneo, Roma e Bari.

 

 

Sezione: Italia. Tag: bilancio 2015, bollicine, franciacorta, saten, spumanti e vittorio Moretti. Area Geografica: Italia e Lombardia. Categorie News Corriere: Denominazioni e Economia e Finanza.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top