Eppur si muove

Consuntivo 2012 sul mercato tedesco positivo per il vino, che cresce nei consumi e nella spesa. Birra ai minimi storici. L'Italia guadagna quote di mercato

Non è più da tempo il mercato che fa percentuali di crescita a doppia cifra, ma vedere il segno + nelle vendite e nei consumi di vino a consuntivo 2012 è rincuorante. Stiamo parlando ovviamente di Germania, una delle nostre destinazioni top, forse il mercato per eccellenza per i nostri vini, specie frizzanti e spumanti, leggi Prosecco. A fine 2012, secondo i dati diramati dal Weininstitutes, le vendite di vino fermo e spumante sono arrivate a 21 milioni di ettolitri (+2,4% rispetto al 2011), per una spesa salita a 3,56 miliardi di euro, contro i 3,51 dell’anno precedente.

 

 

germania, vendite, consumi, 2012, vino, spumanti, birra

 

Una boccata d’ossigeno importante per il nostro settore, che sembra essere indenne in questo Paese dalla crisi che invece sta colpendo la birra, bevanda nazionale tedesca, i cui consumi stanno progressivamente e inesorabilmente calando di anno in anno. Nel 2012 il pro capite si è attestato a 105,5 litri, il livello più basso in assoluto, mentre le lancette per il vino hanno segnato un ulteriore incremento, da 20,2 a 20,4 litri. Cresce, gradualmente e a piccoli passi, anche il consumo di spumanti, arrivato a 4,2 litri, mentre è stabile quello degli spirits, a 5,4.

 

germania, vendite, consumi, 2012, vino, spumanti, birra

 

A livello di spesa familiare, il totale riservato dai tedeschi per gli alcolici nel 2012 è rimasto inchiodato a 11,2 miliardi di euro: di questa cifra, poco più di un terzo se n’è andata in vino, un altro terzo in birra, il 24% in spirits e il 9% in spumanti.

germania, vendite, consumi, 2012, vino, spumanti, birra

 

Infine la ripartizione delle vendite di vino per Paesi. Nella prospettiva a medio termine, dal 2008 al 2012, l’Italia è il Paese che si sta comportando meglio in assoluto, avendo incrementato il sup peso sul mercato dal 13% al 17% in volume. Perdono peso i vini tedeschi, scesi di 5 punti percentuali (sebbbene comunque in ripresa nell’ultimo anno), crescono di un punto i francesi e gli spagnoli, mentre la pattuglia del Nuovo mondo è stabile al 7%.

 

germania, vendite, consumi, 2012, vino, spumanti, birra

Fonte: elaborazioni Corriere Vinicolo su dati Deutsches Weininstitute

 

Sezione: Dai Mercati. Tag: 2012, birra, consumi, germania, spumanti, vendite e vino. Area Geografica: Germania. Categorie News Corriere: Consumi, Mercati e Statistica.

Related posts

Commenta questo articolo

Top