È l’e-commerce la via del successo per il vino italiano in Cina?

Alibaba ha lanciato per il 9 settembre il “wine sales day”. Il suo fondatore si è proposto come ambasciatore dei prodotti italiani in un mercato che conta una classe media formata più di 300milioni di persone

Jack Ma, fondatore del colosso cinese dell’e-commerce Alibaba, è stato ospite lo scorso 11 aprile del Vinitaly, e si è proposto come ambasciatore dei prodotti italiani in Cina. 

Si tratta di una partecipazione e di una presa di posizione di grande importanza, se si considerano da un lato le prospettive di crescita di questo mercato (e dei consumi di vino) e dall’altro le tante difficoltà di esportare il vino italiano in un mercato così vasto e distante da noi, geograficamente e culturalmente. Oggi la classe media cinese conta più di 300milioni di persone.

Temi questi di cui si parla da anni sulle testate e nei convegni di settore, occasioni queste in cui non si trascura mai di ricordare il “ritardo” del vino italiano in un mercato nel quale i francesi sono indiscutibilmente (ancora) in vantaggio. 

L’e-commerce, di cui Alibaba è uno dei leader mondiali, è un canale di vendita in forte sviluppo in Cina, soprattutto per questioni di tipo logistico e distributivo; Morgan Stanley in uno studio qualche anno fa aveva addirittura previsto che entro il 2018 saranno proprio i cinesi a spendere più di tutti nell’acquisto di beni on-line, indicando inoltre che il 20% delle vendite al dettaglio avverrà probabilmente proprio via web. 

Jack Ma ha annunciato il lancio della giornata del vino, che si terrà dal prossimo 9 settembre (in Cina il numero 9 è il numero del vino), dichiarando che l’iniziativa potrà essere un’occasione proprio per accorciare le distanze tra il mercato del vino francese e quello italiano: “credo – ha dichiarato - che riusciremo ad accorciare le distanze tra lo spazio di mercato del vino francese in Cina, che è al 55%, contro il 6% della quota italiana». L’ambiziosa prospettiva di Ma è dunque quella di portare l’export italiano di vino in Cina fino ad una quota del 66%. 
 
FEB

 

Sezione: Dai Mercati. Tag: alibaba, e-commerce, export e Jack Ma. Area Geografica: Cina e Italia. Categorie News Corriere: Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top