E-commerce degli alcolici, nessuno come la Cina

Più di un consumatore cinese su quattro (il 27%) fa acquisti on-line, secondo un report di Profitero e Nielsen. Media mondiale del solo 8%, la stessa registrata per i consumatori statunitensi

La Cina è al primo posto nella classifica circa il mercato on-line delle bevande alcoliche stilata dalla società di analisi e-commerce Profitero in collaborazione con Nielsen, e che ha coinvolto nel settembre scorso più di 300mila consumatori di 63 paesi.

Il 27% dei consumatori cinesi acquista infatti via internet bevande alcoliche. Si tratta di una percentuale rilevante, visto che la media mondiale è del solo 8%, stessa percentuale attestata per i consumatori statunitensi, che si piazzano solamente al 13° posto di questo ranking.

Al secondo posto della classifica invece un altro paese asiatico, il Giappone, con il 22% dei consumatori di alcolici che fa acquisti nel canale dell’e-commerce. Segue, ed è primo per l’Europa, il Regno Unito, con una percentuale del 21%.  Troviamo poi i consumatori della Germania (14%), dell’India (13%), del Brasile (12%), e al settimo e ottavo posto gli italiani (11%) e i francesi (10%); chiudono la top ten Corea del Sud (9%) e Venezuela (9%).

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: alcolici, e-commerce, nielsen e Profitero. Area Geografica: Cina, Francia, Italia, Mondo, Regno Unito e USA. Categorie News Corriere: Mercati e Tecnologie web.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top