Cina e Cile: al via la revisione del trattato di libero scambio FTA

L’annuncio bilaterale in occasione del viaggio in Sud America del Presidente cinese. Importanti saranno gli effetti degli accordi sull’export di vino cileno verso Pechino

Cile e Cina cominceranno a breve un percorso di revisione ed implementazione dell’accordo bilaterale di libero scambio FTA. L’hanno annunciato congiuntamente la presidentessa del Cile Michelle Bachelet e il del Presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping, in occasione del recente viaggio di quest’ultimo in America Latina.

Il trattato, siglato per la prima volta nel 2005 ed effettivo a partire dall’anno successivo, ha favorito anno dopo anno la crescita del volume di scambio di merci tra i due paesi fino a quadruplicarlo.

La revisione del trattato potrebbe aver effetti importanti sugli scambi di vino già in essere tra i due paesi. Da dieci anni a oggi, infatti, la Cina è diventata uno dei più importanti mercati del vino cileno, con un valore annuo delle esportazioni arrivato a 175 milioni di dollari (secondo i dati di Wines of Chile, organizzazione per la promozione del vino cileno all’estero).

La Cina è inoltre già importante porto di arrivo per il rame estratto in Cile e per prodotti alimentari quali ciliegie, mirtilli, mele, uva da tavola e pesce, mentre gli le importazioni cilene di prodotti cinesi sono soprattutto relative a prodotti di qualità a buon prezzo e al mercato delle auto.

FEB

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top