California: venduti quasi 276 milioni di casse nel 2015

Continua a crescere il consumo di vino californiano, sia in Usa (+1%) che nel resto del mondo. Dallo stato della costa occidentale parte ancora il 90% dell’export vinicolo statunitense

I vini della California continuano a ricevere un riconoscimento internazionale, grazie alla loro eccezionale qualità e valore”, così P. (Bobby) Koch, Presidente e CEO del Wine Institute, ha commentato gli ultimi dati sull’industria californiana del vino, presentati dallo stesso istituto San Francisco (si legga qui il comunicato stampa).

Nel 2015 (secondo i dati dello stesso Wine Institue, di  BW166 e di Gomberg, Fredrikson & Associates) il vino uscito dalle cantine californiane verso il mercato statunitense (vendite interne dunque) ha raggiunto il volume record di 229 milioni di casse da 9 litri (+1,1% sul 2014), per un valore ad oggi stimato (si tratta di dati ancora preliminari) di 31,9 miliardi di dollari (+5,3% circa sul 2014, un nuovo primato è stato stabilito anche in valore; per i dati del 2014 si veda qui).

Sommando al volume destinato al mercato federale le spedizioni dalla California al resto del mondo, raggiunte 275,7 milioni di casse (erano state nel complesso 268,6 milioni nel 2014, dunque la crescita percentuale è stata del 2,6% circa). I circa 46,7 milioni di casse di vino partite dalla California alla volta dei mercati intenzionali rappresentano il 90% di tutto l’export statunitense di vino, che nel 2015 è valso un fatturato di 1,61 miliardi di dollari (ne abbiamo parlato qui).

 

 

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: consumi Usa, export California, export Usa, Robert P. Koch e Wine Institute. Area Geografica: Mondo e USA. Categorie News Corriere: Consumi e Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top