Brand Usa, ecco la classifica off premise 2017

Stilata come ogni anno da IRI-bw166, conferma saldamente al primo posto Barefoot di E & J Gallo Winery che precede Sutter Home e Woodbridge. Si conferma la forza dei prodotti di fascia alta e del bag in box

brand

Come ogni anno in questo periodo, IRI ha pubblicato la sua classifica dei brand più forti nel mercato off-premise degli Stati Uniti, stilata sull’analisi dei dati di bw166; ve la proponiamo ancora attraverso le pagine di statistica della rivista Wines&Vines.

Nelle 52 settimane terminate lo scorso 28 gennaio, e nel canale off-premise di IRI, le vendite di vino fermo hanno totalizzato un fatturato complessivo di circa 42 miliardi di dollari, il +2% rispetto all’anno precedente (si veda qui per i dati 2016). Un significativo impulso alla crescita annuale è stato reso possibile dalle vendite del mese di gennaio (+3% fino a un totale di 2,8 miliardi di dollari), periodo dell’anno tradizionalmente di rallentamento dei consumi che segue le festività di dicembre.

Ancora una volta quest’anno, poco cambia nelle prime posizioni rispetto all’anno precedente.

Il marchio Barefoot di E & J Gallo Winery, rimane al primo posto della classifica con un fatturato nell’anno di 667 milioni di dollari (+0%); precede Sutter Home di Trinchero Family Estate che ha totalizzato 374 milioni di dollari e +2% sul 2016.

Si riprende la terza posizione il marchio Woodbridge by Robert Mondavi (Constellation Brand, 374 milioni di dollari fatturati e +3%), dopo essere stato scalzato lo scorso anno dal bag in box di Franzia, etichetta di The Wine Group, che torna in quarta posizione con un fatturato di 336 milioni di dollari senza particolari variazioni sul 2016 (aveva allora accumulato 340 milioni di dollari).

Chiude la top five il marchio australiano Yellow Tail (Deutsch Family Wine & Spirits), conservando la posizione, sebbene abbia perso il 2% sull’anno precedente totalizzando 267 milioni di dollari.

 

top20brandOffPremiseUSA2017

 

Il miglior incremento delle vendite sul 2016 è di Josh Cellar, marchio anch’esso di Deutsch Family Wine & Spirits, cresciuto del 46% fino a totalizzare un fatturato annuo nell’off-premise tracciato da Iri di 145 milioni di dollari. Questo marchio californiano è anche quello con il prezzo medio più alto della top 20, cioè 12.55 dollari a bottiglia.

Degni di nota anche le crescite di Black Box Wines di Constellation Brand (+28% vs 2016 e fatturato di 210 milioni di dollari) e di Bota (box) di Delicato Family Vineyards (+25% fino a 146 milioni di dollari) e di Robert Mondavi Private Seleciotion (Constellation Brand,) che chiude la classifica dei venti migliori con una crescita del 15% vs 2016 e un fatturato di 114 milioni di dollari in 52 settimane. Si ripropone dunque uno scenario di popolarità sia per i vini di fascia di prezzo tra gli 11 e i 15 dollari a bottiglia che per il bag-in-box premium. La maggiore contrazione percentuale è stata quella segnata da Beringer Main & Vine di Treasury Wine Estate, -8% per un fatturato complessivo di 146 milioni di dollari.

FEB

Sezione: Dai Mercati. Tag: brand, BW166, iri, marchi, off premise e Wines & Vines. Area Geografica: USA. Categorie News Corriere: Consumi, Mercati e Statistica.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top