Austria: l’obiettivo è incrementare l’export

Le spedizioni oltreconfine valgono oggi circa 480mila ettolitri e 146milioni di euro, ma per il 2020 ci si attende di accrescerle fino a 600mila ettolitri e 200milioni di euro.

Österreich Wein, ente di promozione dell’industria vitivinicola austriaca, ha rilasciato alcuni dati sulla produzione, sui consumi domestici e sul mercato estero del vino austriaco. I dati sono stati diffusi in occasione del lancio della manifestazione itinerante b2b Vinexpo Explorer che farà tappa proprio a Vienna nel prossimo mese di settembre.

Fonte dei dati, che vi proponiamo tramite Vinex e The Drinks Businness, è l’ufficio di statistica austriaco Statistik Austria.

Ogni anno l’Austria produce in media 2,5 milioni di ettolitri di vino (nel 2015 sono stati prodotti 2,268 milioni di ettolitri – si veda a questo proposito anche Vino in Cifre 2017,  annuario statistico del Corriere Vinicolo pubblicato lo scorso 16 gennaio).

Il vino bianco prende circa il 67% della produzione, il rosso il restante 33%.

Il consumo medio procapite è di circa 27 litri annui (dato 2015).

Le esportazioni hanno raggiunto nel 2015 il volume di 480mila ettolitri e un valore 146milioni di euro. La Germania è il primo mercato di esportazione del vino austriaco in valore, assorbendone il 52,4%. Seguono la Svizzera (12,8%) e gli Stati Uniti (7,49%).

Secondo quanto dichiarato da Willi Klinger, Managing Director dell’Austrian Wine Marketing Board (Austrian Wine Marketing Board), obiettivo per il futuro è quello di accrescere le esportazioni, per arrivare entro il 2020 ad un volume di 600mila ettolitri e ad un calore di 200milioni di euro.

FEB

 

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top