Australiani gelosi del “loro” Prosecco

Wine Australia ha recentemente effettuato controlli sui produttori di bianco da uve Glera prodotto nella federazione al fine salvaguardare la reputazione di questo vino che se commercializzato in UE non può essere denominato con il termine riservato ai vini veneti

 

Il vino bianco prodotto in Australia da uve Glera può essere denominato “Prosecco” solo per la vendita all’interno della Federazione. Nell’Unione Europea invece può essere commercializzato solo con il nome di Glera, come ribadito più volte dall’UE.

Tuttavia, vista la crescente popolarità di questo vino, gli australiani si dimostrano gelosi del “loro” prosecco, tanto che nei giorni scorsi Wine Australia, authority per la regolamentazione e la promozione dell’industria vinicola australiana, ha effettuato alcuni controlli  sui produttori della regione del Central Vittoria al fine di verificare il rispetto degli standard di vinificazione.

Steve Guy, direttore generale del regulatory advice di Wine Australia ha sottolineato che l’operazione fa parte di una serie di controlli generali “di routine” svolti a salvaguardia della reputazione del vino australiano e che, in particolare, in questa occasione, si è voluto verificare che i vini etichettati come “Prosecco” fossero realmente prodotti da uve di Prosecco.

FEB

 
Sezione: Dai Mercati. Tag: glera, prosecco, Steve Guy e Wine Australia. Area Geografica: Australia. Categorie News Corriere: Legislazione e Mercati.

Related posts

Commenta questo articolo

Top