Ancora al ribasso le stime di produzione per l’UE28

Secondo gli ultimi dati della Direzione Generale Agricoltura la campagna 2016/17 porterà 165 milioni di ettolitri tra vini e mosti. Invariate le previsioni per Italia e Spagna, mentre la Francia cede qualcosa

Le ultime previsioni della Direzione Generale Agricoltura della Commissione Europea, rilasciate lo scorso 16 dicembre ed elaborate su dati disponibili al 21 ottobre 2016, rivedono con un ribasso di -0,5 milioni di ettolitri le precedenti stime (di cui avevamo parlato qui), già formulate a partire dalle dichiarazioni di settembre degli Stati membri dell’UE28.

Più nello specifico (riprendiamo questi dati da La Semana Vitivinícola), si prevede che la campagna 2016/17 porterà nel complesso 165 milioni di ettolitri tra vino e mosti, quindi circa il 4,8% in meno, o circa -8,26 milioni di ettolitri, rispetto al 2015/16.

Invariate le previsioni di produzione per l’Italia, ancora stimate in 50,26 milioni di ettolitri, cioè il 2% in meno rispetto al 2015/16 e il +4% sulla media degli ultimi 5 anni. Dalla nostra penisola arriverà circa il 30,5% dei vini e mosti prodotti nei paesi dell’UE28.

Diversa la situazione per la Francia che nelle nuove previsioni (ma si noti bene sommando vini, mosti, succo d’uva e mosto concentrato rettificato) cede il secondo posto tra i maggiori produttori alla Spagna.

Dal paese transalpino, infatti, arriveranno secondo le previsioni solamente 42,15 milioni di ettolitri (-12% sul 2015/2016 e -8% sugli ultimi cinque anni), quando prima erano stati previsti 42,9 milioni di ettolitri.

Per la Spagna dunque si attendono ancora 42,5 milioni di ettolitri (+1% sia sullo scorso anno che sulla media quinquennale), e quindi circa il 25,7% di tutta la produzione europea.

Restringendo il campo d’indagine al solo vino (dop, igp, varietale senza dop/igp, altri vini e mosti), e quindi non considerando succo d’uva e mosto concentrato rettificato, la produzione stimata per l’UE28 è di 158,6 milioni di ettolitri, ed è così suddividibile: 67,83 milioni di ettolitri per il vino a DOP, 33,65 milioni di ettolitri per il vino a IGP (-8,1% rispetto a 2015/16 per DOP+IGP), 7,1 milioni di ettolitri per il vino varietale senza DOP/IGP (-13%), 50 milioni di ettolitri per altri vini e mosti (+7,5%). Il volume rimanente, cioè 6,25 milioni di ettolitri, è da attribuirsi dunque a succo d’uva e mosto concentrato rettificato, -18% sul 2015/16.

La classifica di produzione UE28 per il solo vino vede dunque nelle prime tre posizioni: Italia (48,716 milioni di ettolitri), Francia 42,215 milioni di ettolitri, Spagna 37,8 milioni di ettolitri. Per la Germania, quarto produttore dell’Unione, sono previsti circa 8,42 milioni di ettolitri (-4% sul 2015/16 e -6 percento sulla media quinquennale), cioè il 5,1% del totale UE28.

Tutti questi e altri dati sono consultabili in tabella sulla Wine dashboard statistica del Direzione Generale Agricoltura della Commissione Europea.

 

FEB

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top