Alibaba, accordo sul vino con l’Argentina

Il presidente Macri ha siglato un’intesa con Jack Ma, fondatore del colosso cinese dell’e-commerce. Interessati anche altri prodotti alimentari

Jack Ma, fondatore e CEO del gruppo di commercio elettronico Alibaba.com, ha firmato un accordo d’intesa preliminare con il Presidente dell’Argentina, Mauricio Macri.

Riportano la notizia la testata argentina di notizie economiche Ecocuyo e quella di informazione vitivinicola Areadevino.

L’accordo è teso a fare di Alibaba la via ufficiale e preferenziale d’ingresso in Cina per le piccole medie imprese argentine. Coinvolti il settore agricolo, in particolare quello vitivinicolo, e quello degli alimentari (alimentari freschi, alcuni tagli di carne, pollame e pesce).

L’intesa naturalmente porterà anche a un’espansione del mercato di Alibaba in Argentina, favorendo scambi bilaterali, come sottolineato dal  Michael Evans, presidente de Alibaba Group.

I portali di vendita on-line di prodotti cinesi, tra cui anche e soprattutto Alibaba, hanno avuto un forte incremento transazioni in Argentina a partire dal 2013, tanto che l’aumento delle importazioni attraverso questo canale, e la conseguente uscita di capitali dal Paese, costrinsero l’allora governo del Presidente Cristina Kirchner a porre delle limitazioni sull’acquisto di beni on-line su siti di e-commerce stranieri. Limitazioni poi in parte ridotte da Mauricio Macri, nel 2016, con conseguente ripresa di questo mercato.

FEB

 

Sezione: Dai Mercati. Tag: alibaba, Areadevino, e-commerce, Ecocuyo, Jack Ma e Mauricio Macri. Area Geografica: Argentina e Cina. Categorie News Corriere: Mercati e Tecnologie web.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top