Addio a Rudy Buratti

Il direttore enologo di Banfi è scomparso prematuramente il 13 gennaio

Rudy Buratti _phGianniRizzotti (2)

Sabato 13 gennaio, alle prime luci del giorno, Rudy Buratti, direttore enologo di Banfi, all’età di soli 56 anni, si è arreso ad un male incurabile. Di origine trentina, era arrivato in azienda giovanissimo, nel 1983. “Sceso”, come amava raccontare lui, per uno stage, si era innamorato dell’azienda di Montalcino dove aveva lavorato al fianco di Ezio Rivella per quasi 20 anni, prima di assumersi, a partire dal 1999, la totale responsabilità produttiva di Banfi. Dotato di una forte personalità, in questi trentacinque anni si è dedicato all’azienda con un amore totale e indiscusso, regalando alla stessa alcuni tra i vini più rappresentativi ed emozionanti nel mondo. La sua scomparsa crea un vuoto immenso tra i colleghi che ne danno il triste annuncio. Tutta l’Unione Italiana Vini in questo momento dolore si stringe intorno alla famiglia, la moglie e le due giovani figlie.

Sezione: Italia. Tag: BANFI e rudy buratti. Area Geografica: Italia e Toscana. Categorie News Corriere: Aziende.

Related posts

Commenta questo articolo

Commenta questo articolo con Facebook

Top